Fondazione «Giovanni, Maria Teresa e Marino Piazzolla» riconosciuta con deliberazione n° 6487 del 1 Luglio 1988 Giunta Regionale del Lazio

e-mail: fondazionepiazzolla@libero.itaggiornato il 25/07/2019

Opere » Lettere della sposa demente

intervento critico di Paolo Marletta da "La Fiera Letteraria", 5/10/1952

Copertina della traduzione in francese e provenzale di Reinié Mejean

Traduzione in francese e
provenzale di Reinié Mejean

[...] La demente è una sposa appassionata, semplice come una bambina e insieme, appunto, una pazza: ne vien fuori una psicologia d'eccezione che ha una sua logica interna, pur nell'apparente disordine. E i versi d'una leggerezza e finezza meravigliose ci creano davanti stati d'animo, aspirazioni, tormenti e follie che svaniscono gli uni negli altri, con il capriccio appunto della mente svanita, che innocua fantastica e crede ai suoi sogni. Le citazioni dovrebbero essere lunghe, poiché rari sono gli abbassamenti del tono poetico, le negligenze che non siano riscattate da una superiore maestria. Ma basteranno pochi versi a dare al lettore un preciso saggio d'una poesia che è lontanissi-ma dalla letteratura, cioè dal compiacimento di se stessa. «Eccoti la prima lettera dell'anno. / lo sono ancora accanto alla finestra. / Mia figlia è già cresciuta: / è alta come un pesco. » Questo tono dimesso e domestico vien mantenuto per tutta l'opera, ed è una sorpresa per chi legge accorgersi di quante risonanze, e trasformazioni ed impennate esso sia capace. Ecco un approfondimento di femminile tenerezza. «Se mi vedessi in sogno, / non dirlo che a te stesso. / Qualcuno che non vedi / potrebbe dirti: è un sogno; non è vero; / e ti rimetteresti a non pensarmi. »; e una larghissima vena di canto, in cui affiora una pietà di se stessa e come un barlume di lucidità: «Le amiche mie son tutte seppellite: / da anni si son fatte margherite. / Quando, un tempo, venivano quassù, / io raccontavo loro la mia storia / ed esse mi guardavano felici, / dicendomi: sovente torneremo! / Ti dico che soltanto, / da quel tempo, / soltanto il vento torna e più nessuno.» La demente invecchia, dimagra, incanutisce: «Per dirti che son viva fino al sole / ho indossato quassù l'ultima veste. / È un po' larga, lo so, ma non importa: / è tutta bianca come i miei capelli! » Ed ha un presentimento di morte: «Ogni oggetto da tempo è impolverato. / Le amiche di una volta / non vengono che in sogno. / Dovrò, fra poco, andarmene in collina. » La casa della demente è presso un giardino, circondata dall'aperta e vivida aria della campagna: albe, tramonti e meriggi avvolgono la povera donna e danno una visibile rispondenza alla sua anima folle: «Aprile è dietro i vetri. / La mia collina è fragile di verde. / Intanto dietro il lume di ogni stella / vagano gli occhi miei intirizziti.» oppure: «La luna s'è levata sul giardino, / e ancora veglio!... / Se dove sei la luce è così bianca / pensami un istante!...». Veramente qui è stato torto il collo all'eloquenza. Scavando in sé medesimo il Piazzolla ha saputo trovare una voce freschissima di poeta, d'una persuasiva tenerezza. Ha creato questa demente che resterà nell'animo del lettore come una suprema invocazione di pietà e di bontà, questa demente che allarga la sua tenera follia fino al limite dell'orizzonte: «Se un giorno mi dicessero di andare, / andare per cercarti, in fondo al cielo, / io mi vestirei come una sposa.»

Paolo Marletta

su

recensione di Cristanziano Serricchio

da "L'Albero", n. 56 (1976), Ed. Milella

Presentazione delle Lettere della sposa demente, a Roma, nella Sala Baldini.
Da sinistra, Antonella Calzolari, Emerico Giachery, Velio Carratoni,
Michele Dell'Aquila, Donato Di Stasi

Presentazione delle Lettere della sposa demente, a Roma, nella
Sala Baldini. Da sinistra, Antonella Calzolari, Emerico Giachery,
Velio Carratoni, Michele Dell'Aquila, Donato Di Stasi.

Apparso nel 1952 in ristretto numero di copie per gli amici, il poemetto di Marino Piazzolla, (Lettere della sposa demente con prefazione di René Méjean, Roma, Ippogrifo, 1975, pp. 86, s. p.) rivide la luce nel 1960 nell'edizione milanese di Cino del Duca, curata da Eugenio Montale, ed ottenne la medaglia d'oro del Presidente della Repubblica nel Premio Viareggio 1961.
René Méjean lo ripropone ora nella sua collana «I poeti Universali » definendolo nella prefazione «un capolavoro della poesia italiana d'oggi, ma anche uno dei capolavori della poesia europea». Le Lettere segnano certamente una tappa qualitativamente molto importante nella quasi cinquantennale attività poetica di Piazzolla e il momento più significativo per i sicuri approdi di scrittura e di ricerca da lui raggiunti. E del 1953 infatti la raccolta Esilio sull'Himalaya, che ebbe il meditato consenso della critica e il Premio Chianciano di quell'anno.
Piazzolla si cimenta con uno dei temi più difficili ed eterni della poesia di tutti i tempi: l'amore, e la forma prescelta del poemetto, in tre tempi costituiti da brevissimi frammenti, gli consente di esprimere uno dei più struggenti canti d'amore in una costante tensione lirica, che via via si fa nella solitudine e nel silenzio slancio disperato, speranza e infine sofferta aspirazione a una realtà trascendente.
È un canto che nasce dal vuoto del silenzio, una lenta e cupa nenia, musicale variazione di un unico tema che si ripete con dolce amara scansione del tempo, del giorno come delle stagioni, dalla giovinezza alla vecchiaia, in un luminoso spazio metafisico.
Ciò che più stupisce è l'atmosfera rarefatta, il cielo di pura spiritualità, in cui perdono contorni e precisazioni i personaggi di questa favola eterna. In assenza del tempo la mente della sposa, o per dir meglio del poeta, proietta fuori di sé il suo bisogno d'amore per farne una creatura vivente, ma staccata e irraggiungibile, prigioniera in una incolmabile e necessitata lontananza.
L'isola, nella quale l'amato vive di pura essenza spirituale, è lo spazio dove la sposa confina il suo amore drammaticamente e vanamente atteso. Così personaggi, labili come voci, irreali, creati dalla sua demenza sono anche il padre, la madre, la figlia, protagonisti con lei e lo sposo di una vicenda senza storia se non di amore e di morte.
Qualche ascendenza potrebbe offrirla il mito di Saffo e Faone, ma qui il poema sta a rappresentare l'unico dramma interiore di una donna che nell'assillante dialogo con l'amato, ama contrapporre come eco al proprio dolore quello dell'altro ed entrambi creano nella forte intensità drammatica, che li anima, un tempo limpidamente poetico, come in una tragedia antica.
La forma è quella dei frammenti, che sono brevi pensieri e singulti d'amore, il linguaggio semplice ma pervaso da un tono aulicamente lirico, che fa apparire questa poesia d'altri tempi, mentre in realtà, sia nella invenzione sottilmente razionale, sia nella finezza delle notazioni psichiche, è invece ricca di quel modernismo che pervade tutta l'opera poetica di Piazzolla garantendogli una presenza viva nella poesia italiana contemporanea.

Cristanziano Serricchio

su

da Lettere della sposa demente

PROLOGO

In un villaggio delle Fiandre,
Presso un giardino,
Una donna girava per le stanze,
Ormai fuori del tempo.

Lassù, dove una quercia si torceva,
Viveva con se "essa, come in sogno.
Non contava i giorni,
Non sapeva gli anni;
Quale ombra fosse chiusa nel suo cuore.

Nessuno mai l'amò.
Nessuno giunse fino al suo rifugio.
Essa attese, rosi, piena di tempo:
Attese qualcuno che mai venne.
E soli, in quelle stanze,
Rimasero i suoi occhi.

Avvenne che impazzì
Ma fu più bella
Per ricordarsi ch'era ancora viva.

Così, una volta, le accadde di sposarsi
Ma non come le altre, quasi in sogno.
E allora l'uomo se ne andò lontano:
Pani senza neppure dirle addio.

Poi che divenne madre, fu felice:
Felice di qualcuna che non c'era...

Mai seppe quanto attese;
Quanto scrisse e a chi.
Mai seppe chi le rispose;
Perché fu sposa e madre.

Si fece intanto bianca:
E andò a morire sopra una collina.

Copertina di Lettere della sposa Demente,
edizione del 1975

Copertina di
Lettere della sposa Demente,
edizione del 1975

I. TEMPO

Mi sento nuova e il tempo mi travolge.
Mai m'abbandoni:
Tu vibri col mio petto e resto muta,
Piena del tuo silenzio.

Vedessi come freme la mia veste
Se tocca il cuore.
Il viso mio s'arrossa,
Acceso dal tuo soffio.

Io sento che tu m'ami.
Lo dice il sole, l'albero fiorito:
Lo dice il gallo al sommo della notte...
Così vedo tremare, appena è giorno,
La mia innocenza consacrata a te.

Quando giunge la sera,
Io ascolto le stelle suonare,
Curve sul cuore.
Ho voglia solo di pianto
Per sentirmi più viva.

su

Ho udito mia madre; e triste era la voce
In altre stanze.
Forse non sa più nulla dell'amore...
Mi sono messa subito a cantare,
Ho spalancato i vetri,
Ho spalancato il cuore...
Ed essa s'è zittita.
Poi ha ripreso il canto.
Io l'ho sentita quasi innamorata
Come fosse di nuovo giovanetta.

Oggi mi sento un'altra
Perché t'ho visto solo.
Tu andavi altrove... quasi illuminato,
Come andassi a una festa.

Non so perché scrivo il tuo nome
Sui libri: disegno
Il tuo volto
Appena mi trovo sola
O incomincia a suonare
Altrove una musica nota.

Pensandoti così,
Io sento che rinasco:
Forse m'allungo lieve come l'aria,
Fino alle prime stelle.

Non c'è istante
Ch'io non oda
L'eco della tua voce:
Il dolce rumore dei passi.
Basta così poco all' amore;
Basta un nulla
Che un giorno diventi eterno.

A volte io mi sento smemorata:
Come fossi già morta.
Come ci muta amore
Da un giorno all'altro.
Così mi guidi, fai luce:
Sei già la vita in tutta la mia vita.

Oggi l'aria è uno squillo:
Sono fioriti i rami innanzi ai vetri.
Ed essere una rondine vorrei...
E inseguirti, impazzita.

Poi che la sera mi raccoglie stanca
E la mia stanza trema,
L'ombra mi suona come un soffio lieve.
Tu mi tieni sospesa ed io ti chiamo.

La notte è tramontata.
Odo un canto lontano...
Oh voce del mio amore!
Tra poco verranno i raggi
E mia sarà l'aurora.

Sovente mi reggi il volto
E il vento viene a fremere sui rami.
Sento che il tempo è fermo alle tue mani
E mi abbandono come fossi presa
Soltanto dal tuo sangue;
Intanto impallidisco.
[...]

su

Cerca nel sito
BIBLIOGRAFIA di Marino Piazzolla
aggiornata
OMAGGIO
A MARINO PIAZZOLLA
versione ONLINE
Vol. 1 - ANTOLOGIA
Vol. 2 - CRITICA
IL 5 PER MILLE PER
SOSTENERE LA FONDAZIONE PIAZZOLLA [2018]
Fondazione Piazzolla - Ritrovaci su Facebook
Fondazione Piazzolla - Seguici su Twitter
NEWS
- Giugno 2019
Pubblicazione
Il fiore della poesia colombiana d’oggi
- 3 Aprile 2019
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 248
VIDEO
- Aprile 2019
Pubblicazione
Il fiore della poesia boliviana d’oggi
- 03 Aprile 2019
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 248
- Gennaio 2019
Rivista "Fermenti"
n.248
- Novembre 2018
Pubblicazione
Scrivi!
- 24 Ottobre 2018
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 247
VIDEO
- 29 settembre 2018
Premio Città di Trento 2018 per la traduzione poetica a POESIE SCELTE di William Cliff
- Luglio 2018
Rivista "Fermenti"
n.247
- Maggio 2018
Pubblicazione
Enlures
- 14 marzo 2018
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 246
VIDEO
- 16 Marzo 2018
Serata dedicata a V. Krivulin, A. Mironov, E. Schwarz
- 11 Marzo 2018
Presentazione
Nel cristallo della stella Mizar
- 14 Marzo 2018
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 246
- Febbraio 2018
Pubblicazione
Nel cristallo della stella Mizar
- Dicembre 2017
Rivista "Fermenti"
n.246
- 23 Novembre 2017
Presentazione recenti titoli Fermenti
VIDEO
- Novembre 2017
Per Nencioni
con 35 lettere inedite
- 09 Agosto 2017
Incontro a S. Ferdinando di Puglia
- Giugno 2017
'900 OUT
Scrittori italiani irregolari
- 21 Aprile 2017
Presentazione
DISPACCI SENZA REPLICA
di Mario Lunetta
VIDEO
- 21 Maggio 2017
Giornata di studi
LEOPARDI TRA POESIA E FILOSOFIA
- 09 Maggio 2017
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 245
- In ricordo di
Giorgio Bárberi Squarotti
- 15 marzo 2017
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 245
VIDEO
- 30 Marzo 2017
Presentazione
Prove aperte vol.2
- 18 Marzo 2017
Vernissage
Le distanze tra i filari
- Marzo 2017
Quando il rumore della vita teme la propria eco
- 15 Marzo 2017
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 245
- Febbraio 2017
Pianisterie
- Febbraio 2017
Rivista "Fermenti"
n.245
- Gennaio 2017
PROVE APERTE vol. II
- Novembre 2016
LE ANCELLE DELLA REGINA MAB
- Ottobre 2016
DISPACCI SENZA REPLICA
Ragionamenti secondari su cultura e società
- 10 settembre 2016
Premio Feronia 2016 per la saggistica assegnato a Prove aperte vol. 1
- 14 giugno 2016
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 244
VIDEO
- 11 Maggio 2016
Incontro Tra qualità e tendenza: le voci di una letteratura che resiste
VIDEO
- 14 Giugno 2016
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 244
- Maggio 2016
Critica e storia
Rendiconti per il Duemila
- 25 maggio 2016
Incontro-dibattito su
Prove aperte. Materiali per uno zibaldone sui teatri
- Aprile 2016
Rivista "Fermenti"
n.244
- 11 maggio 2016
Presentazione La costituzione del testo e
Di traverso il Novecento
- 9 marzo 2016
Presentazione Il digiuno natalizio
- 25-26 febbraio 2016
Presentazione Il digiuno natalizio
- Febbraio 2016
Pubblicazione
Il digiuno natalizio
- 03 febbraio 2016
Presentazione Di traverso il Novecento
- 2 dicembre 2015
Presentazione Di traverso il Novecento
VIDEO
- 25 novembre 2015
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 243
VIDEO
- 20 novembre 2015
Presentazione Le due scarpe sinistre dei poeti
- Ottobre 2015
Pubblicazione
Prove aperte vol. I
- Ottobre 2015
Pubblicazione
La costituzione del testo
- Settembre 2015
Rivista "Fermenti"
n.243
- Presentazione 21 Aprile 2015:
FOTO e VIDEO
- Giugno 2015
Pubblicazione
Poesie scelte
- 20 Giugno
Inaugurazione mostra e conferenza:
Marino Piazzolla: poesia, arte, pensiero
- 20 Giugno-5 Luglio
Marino Piazzolla: mostra dipinti, disegni, sculture
- Giugno 2015
Pubblicazione
Le due scarpe sinistre dei poeti
- Testimonianze AUDIO:
Velso Mucci: letture
- Giugno 2015
Pubblicazione
Di traverso il Novecento
- Aprile 2015
Pubblicazione
Scritti diversi e dispersi.
Saggi
- 21 Aprile 2015
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 242
Leopardi. La cognizione del vero
- 18 Aprile 2015
Presentazione
Tenori
- Gennaio 2015
Pubblicazione
Leopardi.
La cognizione del vero
- Gennaio 2015
Pubblicazione
Tenori.
Il Pavone, l’Espada e il Salice piangente dal Barocco alla fine dell’Opera
- Dicembre 2014
Rivista "Fermenti"
n.242
- Luglio-Agosto 2014
Mostra Marino Piazzolla scultore. Hudèmata
- 17 Luglio 2014
Presentazione
La vocazione sospesa
- 18 Giugno 2014
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 241
NUMERO DA COLLEZIONE
- Maggio 2014
Rivista "Fermenti"
n.241
- Maggio 2014
Pubblicazione
Le verità della letteratura
- 26 Marzo 2014
Presentazione
La vocazione sospesa
- Marzo 2014
Pubblicazione
Le mie teorie eretiche
Conversazioni a Radio France Culture
- 13 Dicembre 2013
Scritture in movimento
Video
- 29 Ottobre 2013
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 240
Video
- Dicembre 2013
Pubblicazione
Esilio sull'Himalayacon traduzione greca a fronte
- Ottobre 2013
Pubblicazione
La vocazione sospesa
- 29 Ottobre 2013
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 240
NUMERO DA COLLEZIONE
- Ottobre 2013
Rivista "Fermenti"
n.240
- Testimonianze VIDEO
Conferenza Concerto
Il passaggio come luogo poetico
- 16 Aprile 2013
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 239
Video
Foto
- Febbraio 2013
Rivista "Fermenti"
n.239
- Fahrenheit Rai Radio 3:
Su Lo scrigno del dialetto
Meli Porta Belli Di Giacomo
- PREMIO
PENNE - PIAZZOLLA 2012
Vincitori
Motivazioni
Foto
- Intervento inedito
di Donato Di Stasi
su Biancamaria Frabotta
vincitrice
Premio Penne-Piazzolla
Poesia Edita 2012
- Intervento inedito
di Maria Grazia Calandrone
su Biancamaria Frabotta
vincitrice
Premio Penne-Piazzolla
Poesia Edita 2012
- PREMIO
PENNE - PIAZZOLLA 2012
1 dicembre 2012
INVITO
- Recensione da "L'Unità":
Lo scrigno del dialetto
Meli Porta Belli Di Giacomo
- PREMIO
PENNE - PIAZZOLLA 2012
POESIA EDITA E INEDITA
- Recensione:
"Fermenti" n.238
- Testimonianze VIDEO:
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 238
- Testimonianze VIDEO
Presentazione
Lo scrigno del dialetto
- Recensione:
Testimonianze critiche per
Marino Piazzolla poeta vol.2
- Testimonianze VIDEO:
04 Marzo 2008
Le voci della città
Poeti a Roma (1950-2000)
Cardarelli - Insana
- Maggio 2012
Pubblicazione:
Lo scrigno del dialetto
Meli Porta Belli Di Giacomo
- Testimonianze VIDEO:
11 Marzo 2008
Le voci della città
Poeti a Roma (1950-2000)
Jacobbi - Villa
- Aprile 2012
Pubblicazione:
Atti dei Convegni
per il Centenario della nascita
di Marino Piazzolla
- Aprile 2012
Pubblicazione:
Testimonianze critiche per
Marino Piazzolla poeta
Vol. 2
- 2 maggio 2012
Conferenza-Concerto
Il passaggio come luogo poetico
- 20 marzo 2012
Presentazione
Esilio sull'Himalaya
- Recensione:
L'Eremita di Roma.
Vita e opere di Giorgio Vigolo
- Testimonianze VIDEO:
18 Marzo 2008
Le voci della città
Poeti a Roma (1950-2000)
Rosselli - Frabotta
- Testimonianze VIDEO:
15 Gennaio 2008
Le voci della città
Poeti a Roma (1950-2000)
Folgore - Ottonieri
- Testimonianze VIDEO:
12 Febbraio 2008
Le voci della città
Poeti a Roma (1950-2000)
Sinisgalli-Di Francesco
- Testimonianze VIDEO:
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 237
- Testimonianze VIDEO:
29 Gennaio 2008
Le voci della città
Poeti a Roma (1950-2000)
Marè-dell'Arco
- Testimonianze VIDEO:
18 Dicembre 2007
Le voci della città
Poeti a Roma (1950-2000)
Gatto-Spaziani
- Testimonianze AUDIO:
1995 "Omaggio a Piazzolla"
- Testimonianze VIDEO:
"Omaggio a Marino Piazzolla"
sulla RAI nel 1992
- Testimonianze VIDEO:
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 224
- Marino Piazzolla, ovvero l’erranza e il sangue della poesia
in "Frontiere", 2011
- PREMIO
PENNE - PIAZZOLLA 2011
Vincitori
Motivazioni
Foto
- Testimonianze VIDEO:
Conferenza-Concerto
Piazzolla Interprete del Novecento
- Testimonianze VIDEO:
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 227
- Settembre 2011
Pubblicazione:
Rivista "Fermenti" n. 237
- María Zambrano:
Il poeta italiano Marino Piazzolla
in Luoghi di Poesia,
Bompiani 2011
- Settembre 2011
Recensione:
Quaderno brasiliano
- Agosto 2011
Recensione:
Sconnessioni
- Luglio 2011
Recensione:
Dalla parola al silenzio
- Luglio 2011
Recensione:
Esilio sull'Himalaya
- Giugno 2011
Recensione:
L'eremita di Roma
da RAI News 24
- Intervento critico
di Canio Mancuso
- Testimonianze AUDIO:
"Le voci della città"
conferenza su
Edoardo Cacciatore e
Francesco Muzzioli
- 5 Aprile 2011
Presentazione n. 235
rivista "Fermenti"
VIDEO
FOTO
- Testimonianze AUDIO:
"Le voci della città"
conferenza su
Giorgio Vigolo e
Mario Socrate
- Testimonianze AUDIO:
"Le voci della città"
conferenza su Angelo Maria Ripellino
- 18 Maggio 2011
Presentazione sotto
l'egida della fondazione
- Testimonianze VIDEO:
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 226
- Marzo 2011
Recensione:
"Fermenti" n. 236

Testimonianze:
Piazzolla: "Porto a spasso la vita"
- Febbraio 2011
Recensione:
L'eremita di Roma
- Febbraio 2011
Nota di lettura:
Esilio sull'Himalaya
- Gennaio 2011
Recensione:
Hudèmata
- Gennaio 2011
Pubblicazione:
Rivista "Fermenti" n. 236
- Gennaio 2011
Recensione:
Esilio sull'Himalaya
- Dicembre 2010
Pubblicazione:
Dalla parola al silenzio
di Marco Lazzerini
- Dicembre 2010
Pubblicazione:
Esilio sull'Himalaya
di Marino Piazzolla
- 27 Novembre 2010
PREMIO PENNE - PIAZZOLLA
PREMIAZIONE
MOTIVAZIONI
FOTO
- 12 Novembre 2010
Presentazione n. 235
rivista "Fermenti"
VIDEO
FOTO
- Novembre 2010
Pubblicazione:
Quaderno Brasiliano
di Ruggero Jacobbi
Marino Piazzolla "Controvento"
da "Paideia"
- Settembre 2010
Pubblicazione:
L'eremita di Roma
Vita e opere di Giorgio Vigolo
- Sezione VIDEO:
Hudèmata Actabat
maggio 2008
- Sezione AUDIO:
Interviste a Piazzolla
per France Culture
1978
- PREMIO "GIACOMO LEOPARDI"
Premio speciale Fondazione Piazzolla
Il vincitore
Premiazione 29 giugno 2010
- Giugno 2010
PUBBLICAZIONI
- 2010 L'ANNO DEL CENTENARIO
LE MANIFESTAZIONI
S. FERDINANDO DI PUGLIA
29 Maggio
- 2010 L'ANNO DEL CENTENARIO
LE MANIFESTAZIONI
ROMA 12 Maggio
- 2010 L'ANNO DEL CENTENARIO
LE MANIFESTAZIONI
ROMA 12 Maggio
VIDEO
- 2010 L'ANNO DEL CENTENARIO
LE MANIFESTAZIONI
URBINO 21-22 Aprile
- 2010 L'ANNO DEL CENTENARIO
LE MANIFESTAZIONI
URBINO 21-22 Aprile
VIDEO
- 2010 L'ANNO DEL CENTENARIO
- 20 Apr 2010
Seminario Univ. di Lille
su Roberto Sacchetti
- Sezione VIDEO:
Presentazione
Rivista "Fermenti" n. 234
- Sezione AUDIO:
"Le voci della città"
conferenza su Velso Mucci
- Sezione VIDEO:
Intervista a
Hans Werner Henze
- Febbraio 2010
Pubblicazione:
Sole metallico, morbide lune
antologia con testo a fronte italiano-greco
- Sezione VIDEO:
RICORDO DI VITO RIVIELLO
27 Novembre 2009
- 28 Novembre 2009
PREMIO PENNE - PIAZZOLLA
PREMIAZIONE
MOTIVAZIONE
FOTO
- 1 Dicembre 2009
Incontro con l'autrice:
Assia Papp
- 17 Novembre 2009
Presentazione
I Teatronauti del Chaos
- 5 Novembre 2009
Presentazione Catalogo 2009
Fermenti Editrice